Concetto, caratteristiche, esempi e fasi

Le vendite di un prodotto o servizio dipendono da vari fattori che intervengono nel modo in cui raggiungono il mercato. La pubblicità è uno di questi elementi che influiscono in modo significativo sulla percezione che hanno i consumatori dei beni che vogliono acquisire per soddisfare i loro bisogni. Parlare di pubblicità, porta con sé a onere storico che si intreccia direttamente con l’evoluzione dell’uomo, dei mercati, della tecnologia e della società in generale. Il modo in cui i prodotti vengono attualmente promossi attraverso le campagne pubblicitarie è molto vario e la sua efficacia dipende da elementi che agiscono insieme. Di seguito, presentiamo gli aspetti più significativi di questo potente strumento di comunicazione e presentazione.

Qual è la pubblicità

Fondamentalmente, consiste nel comunicare a un pubblico, generale o specifico, l’esistenza di un prodotto o servizio che nasce per soddisfare un bisogno, attraverso mezzi fisici che il consumatore può vedere o toccare, o mezzi virtuali che richiedono l’uso della tecnologia digitale, al fine di influenzare la sua decisione di acquisto. Tecnicamente, pubblicità È una branca del marketing che si basa sulla comunicazione a fini commerciali. presentare, promuovere e divulgare un prodotto o servizio.
I media sono i canali che servono a diffondere pubblicità, attraverso annunci commerciali il cui obiettivo è informare il pubblico e persuaderlo a fare un acquisto, cioè incoraggiare un’azione di consumo. Non sarebbe corretto dire che la pubblicità o una campagna pubblicitaria è qualcosa che viene fatto in isolamento, perché in sostanza, è qualcosa che fa parte di una strategia più ampia che lo contempla. In altre parole, per conquistare un mercato è necessaria la pubblicità, oltre ad altre azioni e strategie di marketing. Attualmente, la popolazione mondiale ha una grande facilità nell’accedere a qualsiasi tipo di informazione e questo la rende più esigente; Per questo la pubblicità si basa sempre più su altre discipline accademiche, come psicologia, statistica, sociologia, economia, ecc.; che consentono di trasmettere un messaggio in modo più efficace e di ottenere risultati migliori, anche quantificabili.
Gli obiettivi della pubblicità possono essere variatiTutto dipende dall’obiettivo aziendale generale, ad esempio: aumentare le vendite di un prodotto, introdurre un nuovo prodotto o marchio sul mercato, rilanciare o riposizionare un marchio, tra gli altri. Le tecniche di comunicazione per raggiungere il pubblico, suscitare il loro interesse, sono molto varie, il che consente una maggiore efficienza nella pubblicità.

Funzionalità pubblicitarie

  • Il suo obiettivo è promuovere un prodotto presso un pubblico per incoraggiarne l’acquisto.
  • Cerca di convincere i consumatori
  • Fa parte di una strategia di marketing globale
  • Si concentra su un pubblico specifico (persona acquirente)
  • Generalmente non gratuito, la società pubblicitaria deve pagare
  • Si sforza di presentare contenuti originali per causare un maggiore impatto sulle persone
  • I prodotti e i canali che utilizza sono creativi e vari
  • Si concentra sulla penetrazione nelle menti delle persone attraverso la ripetizione del messaggio
  • L’etica è sempre stata un elemento caratteristico della pubblicità, anche se oggi viene giudicata per aver oltrepassato i limiti visivi e tu eri in certi concetti.

pubblicità

Fasi di una campagna pubblicitaria

Fase iniziale o promozione del prodotto: la linea guida si concentra sulla presentazione dei beni o servizi; esporre le sue caratteristiche e vantaggi al fine di conquistare clienti e posizionarsi nel mercato.
fase competitiva: si propone che il posizionamento che il prodotto o il marchio ha raggiunto superi quello di altri fornitori, che si distingua, cioè che la sua domanda aumenti.
Fase di consolidamento dell’immagine: a questo punto si presume che il prodotto pubblicizzato sia molto ben posizionato, goda di grande richiesta da parte del pubblico e, quindi, è necessario che la campagna si concentri sul mantenimento dell’immagine o dello status che già ha sul mercato

Fasi di sviluppo pubblicitario

La pubblicità fa parte della vita dell’uomo poiché ha avuto la necessità di comunicare qualcosa, quindi lo sviluppo della pubblicità può essere suddiviso in tre fasi:

1a fase della nascita

Si svolge in un momento in cui la società dei consumi (rivoluzione industriale) si sta facendo strada. L’attività pubblicitaria svolta dalle aziende nascenti considerava i consumatori un collettivo astratto, senza la possibilità di valutare le caratteristiche del prodotto che è stato presentato. L’attenzione è rivolta al prodotto, all’azienda e al marchio; quello che si persegue è l’incremento delle vendite; gli interessi dei consumatori non sono presi in considerazione. La crescita delle città ha ridotto i canali di comunicazione ed è questo elemento che funge da piattaforma per creare un mezzo di comunicazione pubblicitario innovativo che si rifletteva sul muro; Riguarda il poster. Successivamente, il quotidiano si è consolidato come un altro mezzo di pubblicità di massa. Sia il poster che il giornale si sono evoluti nella forma e nel contenuto.

2a fase di persuasione del pubblico

Con l’invenzione della radio (1906) e della televisione (1927), vengono presentate nuove rivoluzionarie forme di comunicazione e, la pubblicità sapeva come sfruttare appieno questi progressi tecnologici.
Sebbene i canali visivi della comunicazione grafica siano ancora importanti, l’elemento argomentativo viene introdotto per indurre il pubblico ad acquistare un determinato prodotto. In altre parole, si generano ragioni di consumo, continua l’importanza visiva della comunicazione e si afferma la radio come mezzo di diffusione di massa. L’argomentazione viene utilizzata, generando ragioni per consumare un prodotto o, come risorsa persuasiva per motivare l’acquisto.

3a fase di boom dell’attività pubblicitaria

dal 1950, la pubblicità diventa un’attività professionale di alto rango. A questo punto è necessario precisare che, nonostante la televisione stia guadagnando sempre più spazio, la pubblicità radiofonica e grafica (carta stampata) è ancora molto presente nel mercato. In questa fase, la pubblicità si concentra sulla presentazione delle caratteristiche e dei vantaggi offerti dai prodotti. È sempre più creativo e si intreccia con gli eventi sociali del tempo, per esempio, l’arrivo dell’uomo sulla luna, le rivoluzioni culturali, l’uguaglianza di genere, ecc. Allo stesso modo, evidenziare nuove tecniche come testimonianze di persone che garantiscono che il prodotto valga la pena acquistare e, anche, l’esclusiva proposta di vendita. L’elemento competitivo comincia a guadagnare terreno, per il fatto che i consumi della popolazione sono sempre più elevati, così come l’attività produttiva e commerciale. Tutte le aziende vogliono vendere e vincere.

4a Fase di consolidamento nel mondo degli affari

La televisione inizia il suo regno come media dominante, quindi le campagne pubblicitarie mirano a catturare il cliente televisivo. La tecnologia dell’informazione dà origine a nuove forme di pubblicità.
La comparsa e lo sviluppo di Internet a metà degli anni ’90 hanno reso possibile l’interazione con i media. e questo elemento ha permesso di ripensare le tecniche tradizionalmente proposte nella pubblicità. La pubblicità è passata dall’analogico al digitale, sebbene entrambi siano ancora molto popolari.
pubblicità

Forme di pubblicità: analogica e digitale

Analogico e digitale fanno parte della nostra vita quotidiana; ci sono preferenze tra l’uso di uno di questi mezzi o un altro, è qualcos’altro. Nella pubblicità possiamo differenziare vari elementi che caratterizzano ciascuno di questi media csu ciò su cui le aziende contano per raggiungere i clienti, aumentare le vendite e posizionare il proprio marchio.

pubblicità analogica

In generale, pubblicità che viene effettuata con mezzi analogici è più sorprendente, attraente e forse anche più piacevole. Possiamo vederlo sulla carta stampata, come riviste, cartelloni pubblicitari, opuscoli, ecc. La carta stampata ha la particolarità che facilita la selezione di un pubblico specifico, che si identifica perché interessato a qualche argomento: moda, cronaca, spettacolo, economia, ecc. Sono anche disposti a pagare per questo. Dunque, linee guida pubblicitarie stampate, sono difficili da evitare.
Questo è il motivo per cui, gli specialisti della pubblicità sono venuti a sottolineare che questi media avranno sempre successo. Il pubblico ricevente è sempre più specifico, data la tendenza che riflette che la carta stampata è preferita dalle persone anziane. La pubblicità sui media analogici è molto più creativa e può essere più descrittiva. Tuttavia, i concetti o l’essenza tematica, salvo qualche eccezione, sono bloccati nella rappresentazione di stereotipi o modelli culturali precostituiti, per esempio: il sessismo, la bellezza si identifica con una razza, tra le altre. Un esempio molto chiaro sono gli spot televisivi che assegnano compiti e prodotti in base al genere, come nel caso dei prodotti per la pulizia: se sono per la casa, puntano sulle donne; se sono per un veicolo, il protagonista è un uomo.

pubblicità digitale

Le risorse grafiche in questo tipo di pubblicità sono più limitate. Su Internet troverai immagini statiche o animate e altre simili, che non sono grandi e generano complicazioni sui siti web. Tuttavia, le strategie sono evidenti quando vediamo che alcune pagine web sono già predefinite e costringono l’utente a vedere la pubblicità nascondendo i contenuti.
Su Internet, il modello pubblicitario tende ad essere semplice e di solito si basa su domande curiose o, su immagini sorprendenti, che attirano l’utente, il che non significa che sia correlato al prodotto o servizio che sta cercando di vendere. Questo tipo di elemento indica che convincere un utente a fare clic è l’azione che garantisce il successo del pattern pubblicitario. A differenza dei media analogici, i media digitali generano aspettative e, invece di trovare stereotipi comuni, l’essenza creativa della pubblicità si riduce a una o due immagini o alle righe di un paragrafo. Allo stesso modo, il profilo di ciascun utente consente la classificazione delle pagine web e dei social network, ovvero si raggiunge un pubblico specifico con maggiore precisione, il che garantisce che la pubblicità raggiunga coloro che sono veramente interessati.

Dejar un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.