Contabilità dei costi | Concetto, caratteristiche ed esempi

Per controllare e registrare le operazioni di costo di un’azienda in base allo sviluppo della sua attività economica viene utilizzata la contabilità dei costi, poiché consente il processo decisionale interno e garantisce i processi di marketing.

Definizione

La contabilità industriale raccoglie informazioni relative ai costi dell’azienda, sulla base della registrazione, controllo, analisi, distribuzione e informazioni delle operazioni di produzione, amministrazione e finanza. Queste informazioni sono utili per lo sviluppo di nuovi progetti, la valutazione delle attività economiche, il miglioramento della gestione ed efficienza dell’azienda, motivo per cui questo tipo di contabilità è considerato uno dei principali strumenti per la crescita o il progresso del business. Di conseguenza, la contabilità industriale consente di calcolare quanto costa realizzare un prodotto o fornire un servizio, in questo modo si procede a pianificare le risorse, valutare la redditività dei processi e, in definitiva, prendere decisioni strategiche senza incorrere in errori, a favore dell’avanzamento dell’attività d’impresa. Quindi, stabilire il prezzo o il valore di un prodotto serve ad avere il controllo sulla sua produzione, vendita, amministrazione e finanziamento. Il costo determina una riduzione del patrimonio. Ora, il costo è il valore monetario della materia prima e del lavoro. I dati diffusi sono registrati in documenti o relazioni contabili che mostrano la situazione economica dell’impresa in esame. Generalmente, la contabilità dei costi cerca obiettivi a breve termine in modo che l’azienda ottenga benefici e non perdite.
contabilità dei costi

obiettivi

Ogni azienda ha bisogno di avere la valutazione del lavoro amministrativo e gestionale, per questo motivo la contabilità industriale si occupa di offrire informazioni reali sui costi e le spese generate, tra gli obiettivi primari di questo tipo di contabilità abbiamo:

  • Pianificazione e controllo dei costi per garantire il rispetto degli obiettivi e degli obiettivi prefissati nel breve e medio termine, ricercando profitti.
  • Valutazione di beni e servizi calcolando i costi da essi generati per evitare il fallimento delle strategie e delle procedure aziendali.
  • Offrire dati utili agli amministratori di una società o di un ente per prendere decisioni adeguate per l’area economica.
  • Eseguire la valutazione delle scorte rimanenti nel magazzino alla fine dell’anno.

Caratteristica

In generale, la contabilità dei costi è caratterizzata dal fornire informazioni finanziarie o non finanziarie comprensibili, che possono essere comparabili e utili per i processi decisionali dell’impresa, azienda o azienda, inoltre, permette di valutare l’efficienza aziendale e di ottimizzare la strategia commerciale. Attraverso questo processo è sempre necessario confrontare il reddito dell’azienda ei costi che sono stati preventivamente proiettati, per valutarne la portata economica. Per questo motivo la contabilità industriale consente di sapere esattamente quanto vendere il prodotto, generato dall’azienda, in base alle sue spese complessive, non solo della materia prima, poiché si tiene conto della manodopera e dell’amministrazione. In questo modo l’azienda trova uno stato di equilibrio tra ricavi e costi.

Esempio di applicazione di contabilità dei costi

Di seguito è riportato un esempio dettagliato in cui viene insegnata la contabilità dei costi per eseguire correttamente le strategie finanziarie: Per la produzione di una motocicletta, viene definito il costo totale della motocicletta, sia in materie prime che forniture, assicurazioni, documentazione, procedure e prove generate. Si procede poi ad un’indagine sulle spese alternative, tra cui manodopera, pubblicità, tasse, promozioni, salario dei dipendenti ed altri benefici economici, riducendo così, attraverso l’esercizio contabile, il costo finale della moto. Vale a dire, sommare i costi fissi insieme ai costi variabili, cercando di ottenere il costo totale della moto, e il costo lanciato deve essere maggiore del costo di produzione, in altre parole, il costo finale della moto deve essere maggiore dell’investimento totale. Inoltre, deve essere lasciato un profitto sufficiente per il reinvestimento.

Dejar un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.