Elasticità dell’offerta | Concetto, esempi e formula

Una questione molto importante all’interno dell’economia è l’elasticità dell’offerta, poiché rappresenta il modo in cui i prodotti offerti reagiscono a vari fattori. Inoltre, a seconda del risultato, si parlerebbe di un tipo di offerta. L’elasticità dell’offerta è un termine economico, che viene spesso utilizzato per cercare di farlo quantificare il livello di variazione subito dalle cifre di un bene che vengono offerte nel mercato a causa delle variazioni degli altri fattori da cui dipendono. È importante saperne di più sull’elasticità dell’offerta, in quanto è un modo per comprendere il modo in cui l’offerta del mercato può essere modificata e intraprendere azioni.

Cos’è l’elasticità?

In economia, elasticità non è altro che un termine utilizzato per comprendere e quantificare l’alterazione subita da una variabile mentre ne modifica un’altra. In altre parole, si potrebbe dire che l’elasticità è incaricata di mostrare le variabili quando vengono modificate. È, a sua volta, in base ai fattori che altera, può essere classificato in: elasticità della domanda e dell’offerta.

Qual è l’elasticità dell’offerta?

L’elasticità dell’offerta mostra il livello di risposta che hanno le quantità offerte di un prodotto, date le sue variazioni di prezzo e variazioni del prezzo di altri beni, nonché i costi di produzione e le aspettative aziendali.

Quali sono i fattori che determinano l’elasticità dell’offerta?

Come accennato, l’elasticità dell’offerta misura le variazioni della quantità totale di un prodotto che l’azienda ha immesso sul mercato. Alcuni dei fattori più comuni che causano queste variazioni sono i seguenti:

  • Il prezzo del prodotto o servizio in questione.
  • La tecnologia che viene applicata alla produzione del bene.
  • I costi dei fattori di produzione utilizzati.
  • Il prezzo di beni complementari o sostitutivi.

Nonostante i fattori frequenti siano diversi, va notato che principalmente il prezzo del prodotto è quello utilizzato dalla maggior parte delle aziende come oggetto di studio e quello analizzato nella teoria economica. E poiché il prezzo è uno dei fattori più determinanti, la teoria economica ha sviluppato l’elasticità del prezzo del termine dell’offerta.
elasticità dell'offerta

Qual è l’elasticità dell’offerta al prezzo?

Questo concetto si riferisce al modo in cui viene misurato il livello di risposta delle quantità offerte di un prodotto a causa delle variazioni del suo prezzo. È un modo per quantificare il grado di variazione della quantità offerta rispetto alla sua variazione di prezzo.

Qual è la differenza tra elasticità dell’offerta al prezzo ed elasticità dell’offerta?

Quando si parla di elasticità dell’offerta ci si riferisce a tutte le variazioni subite dalle quantità del prodotto che viene offerto e che non si limitano al solo prezzo. Come accennato in precedenza, alcuni dei fattori più comuni che alterano la quantità totale di beni offerti sono il prezzo, l’aspettativa per il futuro, la tecnologia implementata ei costi dei fattori produttivi. D’altra parte, abbiamo che si riferisce all’elasticità dell’offerta al prezzo solo alle variazioni subite dalle quantità dei prodotti offerto, ma a causa del prezzo di questi. In parole più semplici, l’elasticità dell’offerta al prezzo prende le variazioni prodotte dal prezzo, mentre l’elasticità dell’offerta offre una prospettiva più globale, considerando tutti i fattori coinvolti, oltre a detto prezzo.

Formula dell’elasticità dell’offerta al prezzo

Per determinare l’elasticità dell’offerta al prezzo, deve essere utilizzata una formula speciale, che è: Elasticità dell’offerta al prezzo = variazione proporzionale della quantità offerta / variazione proporzionale del prezzo.
(Differenza tra Q1 e Q2) / (1% di Q1) = (Δ%Qo)
(Differenza tra P1 e P2) / (1% di P1) = (Δ%P)
In questa formula Q1 corrisponde alla prima quantità che viene fornita in un determinato tempo. Mentre Q2 è la seconda quantità offerta nel tempo indicato. Allora abbiamo che P1 è il primo importo del prezzo del bene da offrire, mentre P2 è il secondo.

Tipi di elasticità dell’offerta al prezzo

Per calcolare l’elasticità dell’offerta al prezzo è necessario effettuare un’analisi del rapporto tra la variazione percentuale del prezzo e la quantità offerta. In parole povere, devi trovare la percentuale che varia tra la quantità offerta e il suo prezzo. In tale analisi si possono verificare 3 casi, detti tipi di elasticità dell’offerta al prezzo.

  • fornitura anelastica: è quando la quantità offerta varia di una percentuale inferiore al prezzo.
  • Offerta elastica: è quando la quantità offerta varia di una percentuale maggiore del prezzo.
  • offerta unitaria: è quando l’importo offerto varia della stessa percentuale rispetto al prezzo.

Dejar un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.